Puma o coguaro (Puma concolor)

Il puma (nome scientifico: Pumaconcolor), noto anche come leone di montagna o coguaro è un mammifero carnivoro che appartiene alla famiglia dei felini. E' un animale solitario che vive in Nord e Sud America. Difficile da osservare, assomiglia ad un leopardo senza macchie, motivo per cui, per abuso di linguaggio, è anche talvolta indicato come "pantera".


Descrizione

Mantello


Il pelo del puma è uniforme (concolor significa "un colore"), anche se a volte riporta striature sulle sue membra anteriori. Il suo colore rimane nei toni chiari e varia dal bruno-rossastro nelle regioni tropicali al grigio-giallo nelle zone aride. La parte inferiore del corpo è più chiara, va dal crema al bianco. La lunghezza del pelo dipende dall'ambiente naturale in cui l'animale vive: è ruvido e corto nelle zone calde e lungo in regioni più fredde. I casi di albinismo sono rari, ma i casi di melanismo sono frequenti.



Un puma.

Aspetto generale e misure


Il maschio medio è compreso tra 1 metro e 2,30 metri di lunghezza, il record è 2,90 metri, coda compresa. Quest'ultima rappresenta un terzo della dimensione dell'animale. Il peso del coguaro è in media tra i 53-72 kg per i maschi; il più grande individuo conosciuto era di 120 kg. La sua dimensione varia da 60 a 76 cm di altezza. La femmina non è così grande (circa 35-48 kg). Inoltre, le sottospecie di puma si distinguono per le loro dimensioni: gli esemplari più grandi vivono nelle Montagne Rocciose e in Patagonia, mentre i più piccoli nelle regioni vicine all'equatore. Le dimensioni aumentano gradualmente come ci si allontana da questa zona.



La silhouette del puma è sottile e muscolosa e il suo posteriore è più alto del capo, permettendogli di saltare facilmente. La sua lunga coda (tra 53 e 81 cm) è più scura all'estremità, questa è una delle caratteristiche del puma. Infine, ha quattro dita dotate di lunghi artigli, appuntiti e retrattili. Le sue zampe posteriori sono più larghe e più forti di quelli anteriori, questo gli permette di balzare in avanti in modo efficiente e facilmente nella neve o su terreni ripidi.

Testa


Il puma ha una piccola testa arrotondata con orecchie corte e sporgenti che gli conferiscono un eccezionale udito. La forza della mascella è superiore a quella di qualsiasi cane. La pelliccia è biancastra sul mento come sul muso. Il naso è rosa e il suo senso dell'olfatto è molto sviluppato. Il colore degli occhi varia dal verde al giallo ambra e il suo campo visivo è molto ampio. Il puma è in grado di vedere bene al buio.





Comportamento
Riproduzione

Il puma è un animale solitario. Maschi e femmine si trovano solo nel periodo di accoppiamento (circa due settimane). Il puma può riprodursi a partire dai tre anni. Dopo un periodo di gestazione di circa tre mesi (tra 88 e 96 giorni) la femmina partorisce fino a sei piccoli, di solito due o tre. Le nascite si verificano soprattutto nella stagione calda. La femmina partorisce in una tana che può trovarsi nella boscaglia, in una cavità di una roccia o in un albero vuoto. I giovani rimangono con la madre fino a due anni.

Alla nascita, i cuccioli pesano 600-800 grammi e hanno un pelo bruno-giallastro con macchie nere o marroni che scompariranno intorno all'età di 16 mesi. I piccoli felini aprono gli occhi a dieci giorni e mangiano carne dopo sei settimane. L'allattamento dura più di tre mesi. A sei settimane, il loro peso è circa cinque chilogrammi. A volte un attacco da parte di esemplari di sesso maschile può uccidere i gattini. Le femmine possono anche morire nel tentativo di proteggere la loro prole. 

Nel suo ambiente naturale, un puma vive circa da otto a dieci anni; in cattività, la longevità può essere superiore a 25 anni. Raggiunge la maturità sessuale all'età di due anni.

Agilità 

Il puma può correre molto velocemente, fino a 72 km/h, ma solo per brevi distanze. Inoltre, può saltare fino a 12 metri di lunghezza, con un salto da una posizione fissa. Infine, è in grado di fare salti fino a 4-5 metri di altezza, senza rincorsa. Si muove in silenzio. E' un animale che nuota bene, ma lo fa solo in caso di pericolo. Ai fini della caccia o in caso di pericolo, è in grado di arrampicarsi sugli alberi e mostrare grande agilità.

Il puma ha pochi predatori, ma in America Centrale e Sud America, può essere attaccato dal giaguaro e dall'anaconda. In Nord America, può essere affrontato da un grizzly o da un branco di lupi.

Vocalizzazioni 

Le grida di puma variano a seconda delle circostanze: il grido è molto acuto o appare come un fischio durante la stagione degli amori; essi possono anche fare le fusa ad alta voce. Durante la stagione dell'accoppiamento, i puma emettono i miagolii (o ringhi) potenti. Il puma non ruggisce a causa della totale ossificazione del suo osso ioide. Esso emette un sibilo acuto per minacciare gli intrusi che osano avventurarsi nel suo territorio.

Caccia


I puma sono carnivori, in genere attaccano grandi mammiferi come cervi o alci, ma anche gli animali più piccoli, se necessario, fino a nutrirsi di pesci, insetti o lucertole. In media, un puma in Nord America consuma un cervo ogni sette-dieci giorni. In America Latina, i puma subiscono la concorrenza dei giaguari che lasciano loro solo prede di medie dimensioni. Infine, il puma può uccidere il bestiame (cavalli, pecore, mucche, capre, ecc).


Il coguaro caccia da solo, all'alba o al tramonto, il giorno in montagna. I puma inseguono la loro preda e si avvicinano da dietro. Uccidono le loro prede mordendo alla base del cranio e rompendo il collo della vittima. Essi possono affrontare animali molto più grandi di loro. Hanno poi l'abitudine di seppellire la carcassa o coprirla parzialmente per proteggerla per un paio di giorni dagli altri animali prima di tornare per cibarsene nuovamente. Come tutti i predatori, cambiano le prede secondo l'abbondanza di quest'ultime. Ad esempio, in una zona dove era stata reintrodotta una specie di pecora selvatica, si è constatato che i puma hanno aumentato la loro predazione su questa specie, visto che la popolazione di cervi (il loro cibo preferito) era diminuita.


Territorialità


I maschi adulti sono territoriali. Occupano una superficie media di circa 250 km quadrati (da 100 a 1000 km quadrati), marcando il territorio con la loro urina, le feci o tracce dei loro artigli su tronchi d'albero, lasciando il loro odore. Il territorio della femmina è più piccolo (meno di 100 km quadrati in generale), il che implica che il territorio di un maschio si sovrappone su diversi territori femminili.


Stato di conservazione


Secondo lo IUCN, il coguaro è una specie a rischio minimo.


Fonte: Puma - Wikipédia (traduzione parziale) 

Foto: CC BY-SA 3.0, Lien