Il Bacino Amazzonico

Il bacino amazzonico è la parte del Sud America bagnata dal Rio delle Amazzoni e dai suoi affluenti. Il bacino delle Amazzoni si estende su una superficie di circa 7.500.000 km quadrati, circa il 40 per cento del continente sudamericano. Si trova in Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana, Perù, Suriname e Venezuela. 



La maggior parte del bacino è coperto dalla foresta amazzonica, nota anche come Amazzonia. Con 5.500.000 km quadrati di fitta foresta tropicale, questa è la più grande foresta pluviale del mondo.


Leggi anche: La Foresta Amazzonica

Geografia

Il Rio delle Amazzoni sorge nelle montagne delle Ande ad ovest del bacino con il suo principale affluente, il fiume Marañón in Perù. Di solito è considerato il secondo fiume più lungo del mondo. Tuttavia, un team di scienziati brasiliani ha sostenuto che il Rio delle Amazzoni è il fiume più lungo del mondo. Si estende per circa 6.400 km prima di sfociare nell'Oceano Atlantico. Il Rio delle Amazzoni e i suoi affluenti formano il più grande volume di acqua. Circa il 20% dell'acqua totale trasportato agli oceani dai fiumi è del Rio delle Amazzoni. Alcune delle foreste pluviali amazzoniche sono disboscate a causa del sempre maggiore numero di allevamenti di bestiame e di campi di soia.



Cartina del bacino amazzonico.

Il punto più alto nel bacino del Rio delle Amazzoni è il picco di Yerupaja a 6.635 metri di altezza.


Leggi anche: Il Rio delle Amazzoni

Il bacino amazzonico già scorreva ad ovest dell'Oceano Pacifico fino a quando si formarono le Ande, portando il bacino a fluire ad est verso l'Oceano Atlantico.




Vegetazione 

La crescita delle piante è densa e la sua varietà di animali che le abitano è relativamente alta, a causa delle forti piogge e delle dense ed estese foreste sempreverdi e di conifere. La luce del sole non può raggiungere la terra a causa della densa volta creata dalle stesse piante. Il terreno rimane ombroso, buio e umido e solo gli alberi e la vegetazione più tolleranti crescono qui. Orchidee e bromeliacee sfruttano gli alberi e le altre piante per avvicinarsi alla luce del sole. Esse crescono appese sui rami o sui tronchi d'albero con radici aeree, non come parassiti, ma come epifite. Le specie più conosciute di alberi da frutto tropicali che sono native dell'Amazzonia sono la noce del Brasile (Castanha do Pará), l'albero di cacao, l'albero della gomma, la palma di açaíIl bacino amazzonico contiene migliaia di specie di piante. Le bromelie sono speciali in quanto trattengono l'acqua, e le rane possono utilizzare queste piante per covare le uova, oltre a molti altri organismi viventi che vi costruiscono le loro case. L'albero di Kapok è il più grande albero della foresta amazzonica, in quanto può crescere fino a 61 metri di altezza, il tronco può essere di circa 3 metri di diametro e cresce nelle foreste a Varzea, che rappresentano solo il 10% dell'intero bacino. La maggior parte dei grandi Kapok sono stati tagliati e usati come sostegno per il trasporto delle specie pregiate di alberi dal legno duro.


Animali


Mammiferi


Più di 1.400 specie di mammiferi si trovano nel bacino amazzonico, la maggior parte dei quali sono specie di pipistrelli e roditori. I grandi mammiferi includono il giaguaro, l'ocelot, il capibara e il tapiro sudamericano.


Uccelli


Circa 1500 specie di uccelli abitano il bacino amazzonico. La biodiversità del Rio delle Amazzoni e il gran numero di specie di uccelli diversi è dato dal numero di diverse famiglie di uccelli che risiedono in queste foreste umide. Anche uccelli come tucani e colibrì si trovano qui.


Rettili


L'anaconda verde abita le acque poco profonde del Rio delle Amazzoni. Il boa arboricolo smeraldino e il boa costrittore vivono sulle cime degli alberi amazzonici.



Molte specie di rettili vengono illegalmente raccolti ed esportati per il commercio internazionale di animali. Gli animali vivi sono la quarta più grande merce nel settore del contrabbando, dopo la droga, i diamanti e le armi.

Anfibi


Più di 1.000 specie di anfibi nuotano e si trovano in Amazzonia. A differenza delle rane delle foreste temperate, che sono per lo più limitate agli habitat in prossimità di acqua, le rane tropicali sono più abbondanti tra gli alberi e poche si trovano vicino all'acqua. La ragione di questo fatto è molto semplice: le rane devono sempre mantenere la pelle umida poiché quasi la metà della loro respirazione viene effettuata attraverso la pelle. L'alto tasso di umidità della foresta pluviale e le frequenti tempeste di pioggia dà alle rane tropicali più libertà di movimento tra gli alberi per sfuggire ai molti predatori delle acque della foresta pluviale.

Pesci



Con più di 2.200 specie di pesci, il bacino amazzonico ha una fauna ittica più grande di qualsiasi altro fiume sulla Terra, e l'Amazzonia è il centro della biodiversità dei pesci neotropicali. Il bacino amazzonico ospita il piranha rosso, un pesce onnivoro compreso in un'area geografica più grande di qualsiasi altra specie di piranha. La notevole ricchezza di specie può essere in parte spiegata con le grandi differenze tra le varie parti del bacino amazzonico, con conseguente presenza di molte specie di pesci che sono endemiche di piccole regioni.

Insetti


Più del 90% delle specie animali in Amazzonia sono insetti, di cui circa il 40% sono coleotteri.



Mentre tutta l'Europa ha circa 321 specie di farfalle, il Parco Nazionale Manu in Perù dispone di 1300 specie, mentre il Tambopata National Reserve ne ha almeno 1231 specie.

Clima e stagioni


Il bacino del Rio delle Amazzoni ha una stagione di bassa marea, e una stagione umida durante la quale i fiumi inondano le foreste adiacenti. Il clima del bacino è generalmente caldo e umido. In alcune zone, tuttavia, i mesi invernali (giugno-settembre) possono portare ondate di freddo, alimentate dai venti antartici che viaggiano lungo la Cordigliera delle Ande adiacente. Tali condizioni fredde possono essere devastanti per alcune delle specie tropicali animali e vegetali della regione. 

Fonte: Amazon basin - Wikipedia (traduzione parziale)
Immagine di Kmusser - Own work using Digital Chart of the World and GTOPO data., CC BY-SA 3.0